Menu

Perché si arrossisce? ecco i motivi

0 Comment


Arrossire, ovvero colorare le proprie gote di rosso per pudore, per imbarazzo, per la rabbia. Tante le emozioni che spingono un individuo a manifestare attraverso il proprio viso in maniera involontaria il rossore.

Il rossore può essere momentaneo o duraturo nel tempo.

perche si arrossisce

Ma perché si arrossisce?

Spesso siamo imbarazzati proprio dal fatto di arrossire e dal sentire questo calore sul visto aumentare, le guance diventano di fuoco. E a volte ci sono persone che arrossiscono non solo sul visto, ma anche sul collo e sul corpo.  Il rossore è presente a macchie che poi si distribuiscono in altre zone del corpo.

Spesso arrossire è sinonimo di insicurezza e a volte è una questione genetica, ovvero ereditaria.

Perché si arrossisce, cause fisiche:

Il cervello presiede a tante funzioni e tra queste la trasmissione di adrenalina, un ormone, che produce come manifestazione esterna il rossore. L’adrenalina produce la dilatazione dei vasi sanguigni, poiché giunge il messaggero chimico, ovvero l’ormone a questi organi bersaglio, del viso.

Il flusso di sangue del viso aumenta e la risposta è il rossore.

Ma si può arrossire per uno sforzo fisico, o per l’eccessivo caldo. Anche componenti esterne, come l’elevata temperatura, possono contribuire a determinare l’arrossamento. Anche il consumo eccessivo di alcool determina il rossore sul nostro volto.

Facciamo jogging ed arrossiamo per lo sforzo fisico, ma il rossore di natura psicologia è difficile da gestire e ci mette in imbarazzo.

Si arrossisce per ipertensione e menopausa

anche l’ipertensione è accompagnata dal rossore del viso. Anche la condizione di menopausa determina la presenza delle cosiddette vampate di calore, che si manifestano accanto ad altri sintomi nell’età adulta della donna.

Arrossire, perché? Cause psicologiche

Sentirsi inadeguati, avere scarsa stima di sé, vergognarsi per qualcosa che è stato detto, magari una parola fuori posto, o chiacchierare con qualcuno, ad esempio al lavoro, con una persona che ci giudica.

A volte siamo in ansia nell’affrontare una situazione nuova, mai vissuta ed il rossore è una manifestazione della nostra inadeguatezza nella situazione diversa dal solito. Il rossore accompagna spesso l’ansia, cioè l’agitazione interna.

Spesso se proviamo a chiederci, perché sento queste sensazioni, perché sono ansiosa? Potremmo associare il nostro malessere ad un determinato ambiente, e potremmo trovare una soluzione nella sua gestione.

L’ansia abbiamo anche alcuni fattori fisici, da dover controllare, come l’accelerazione dei battiti cardiaci, avere voglia di muoversi e avere sete.

Ma non sempre il rossore del viso è legato necessariamente all’ansia, e al disturbo generalizzato dei sintomi legati a questa manifestazione psicologica. Spesso dunque occorre capire i nostri sintomi e dedurne la causa, psicologica o fisica che sia.

Il rossore al viso accompagna un’intolleranza alimentare

A volte può capitare di essere intolleranti ad un alimento e non esserne a conoscenza. Spesso le allergie alimentari determinano il rossore e spesso la presenza di eczemi.

Dermatite rosacea e rossore in volto

A soffrire di acne rosacea sono spesso le donne, tra i trenta ed i sessanta anni, più spesso in menopausa. A volte sui soggetti con carnagione chiara, il rossore è più manifesto. La rosacea è spesso simmetrica ma non si escludono casi di presenza di macchie rosse sul viso. Spesso le macchie sul viso si curano con pomate a base di antibiotici ed evitando l’esposizione al sole.

Anche le persone che soffrono di psoriasi spesso sono colpite da dermatite rosacea del viso. Immediato l’uso di antistaminici.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *