Menu

Come fare un laghetto in giardino

0 Comment


Uno dei più grandi desideri di molte persone che abbiano un giardino abbastanza grande è quello di creare un laghetto da giardino. Il laghetto da giardino è sicuramente molto affascinante e si possono creare piccole cascate, addirittura se l’acqua viene pulita anche mettere pesci.

Per fare un laghetto da giardino bisogna innanzitutto fare uno scavo: prima di fare il quale bisogna ovviamente fare attenzione che nella zona non ci siano tubature, e che non sia vicino a box o cantine, in quanto il peso del laghetto potrebbe provocare delle fratture.

Lo scavo dovrebbe essere effettuato con cura e della grandezza sufficiente, potete usare il classico badile o farvi aiutare da una piccola ruspa se volete fare più velocemente, ovviamente se avete del verde che curate con la vostra attrezzatura professionale, come ad esempio il tagliaerba vigor, scegliete la zona dove “sacrificherete” lo spazio per il laghetto..

Quello che vi serve per fare un laghetto artificiale è un telo morbido di PVC, almeno un metro più grande dello scavo.

Il PVC è senza dubbio la soluzione più economica, costa qualche decina di euro.

Se non volete usare il PVC, potete anche optare per delle vasche di plastica rigida: costano un po’ di più, ma è indubbio che siano assai più pratiche del PVC. Vanno inserite nello scavo, che dovrà essere della loro forma e grande a sufficienza per contenerle.

Una soluzione ancora più veloce, anche se meno economica, sono le vasche di appoggio, veri e propri laghetti artificiali con forme naturali e rivestiti in legno o prodotti che ricordano il legno. Anche in questo caso le spese per l’acquisto sono dai 130-150 euro in su a seconda di dimensioni e materiali.

Ma se volete costruire il laghetto con il telo in PVC, allora, una volta ultimato lo scavo, inserite il telo e quindi coprite tutti i bordi con sabbia edile, o meglio con malta se l’avete a disposizione.

A questo punto create un piccolo canale di scolo su un bordo nascosto del laghetto: impedirà di trasbordare all’acqua in caso di pioggia. Fate confluire il canale di scolo nella grondaia o nella zona sabbiosa drenante.

A questo punto dovete riempire lo scavo con acqua corrente, aiutandovi con la canna dell’acqua. L’acqua che stagna è un grosso problema, motivo per cui dovrete inserire subito una pompa a ricciolo con filtro, che permette di ossigenare l’acqua. Lasciatela accesa di giorno per una settimana, in modo che l’acqua sia pronta per inserire anche le piante e, solo in un momento successivo e laddove lo vogliate, anche i pesci.

Le migliori piante acquatiche che potete usare per il vostro laghetto sono la Typha Minima, la Cyperus alternifolius, la Calla palustris, Caltha palustris, la Menyanthes trifoliata, la Menyanthes scorpiodes.

Tag:,