Menu

Traslocare in primavera, ecco le regole per curare la tua nuova casa

0 Comment


La primavera è un buon periodo per traslocare e per poter gestire una opportuna manutenzione della casa. D’altronde, il termine “pulizie di primavera” non deve essere certo stato coniato casualmente! Se dunque hai già scelto di organizzare il trasloco con i migliori professionisti, come quelli di traslochiromaeasy.it, non ti rimane altro da fare che dedicarti a sistemare al meglio la tua casa, partendo magari dall’esterno, dato che sarà trascorso da poco l’inverno e ti starai preparando per il caldo estivo, e in alcune parti d’Italia, a una forte umidità. Ma cosa devi fare?

Naturalmente, le attività di manutenzione della casa in cui andrai ad abitare per la prima volta dipendono dalle sue caratteristiche. Ad esempio, se hai un sistema autonomo di drenaggio esterno, parti da qui. L’acqua piovana scorre via senza problemi o le pozzanghere rimangono per più di 24 ore? Per prima cosa, controlla le grondaie. Potrebbe esserci qualche elemento che interrompe il regolare flusso e, dunque, potrebbe essere opportuno procedere a una pulizia. Se noti che l’acqua invece di scorrere ristagna vicino alla tua casa, valuta di poter intervenire attraverso la creazione di piccoli dislivelli.

Ispeziona dunque il resto dell’esterno della tua casa. C’è qualche scheggiatura nella vernice? Un binario di raccordo è stato danneggiato dall’inverno? Ci sono dei buchi nei mattoni? Osserva da vicino la tua casa e fai le riparazioni, se necessario prima di entrare ad abitarci. Assicurati anche di controllare le fondamenta per eventuali crepe. Un buon silicone / mastice può risolvere molti dei tuoi problemi!

Quindi, occupati dell’impianto di climatizzazione per l’estate. Naturalmente, considerato che esistono tantissime diverse tipologie di impianto, effettua la giusta manutenzione sulla base dell’unità che hai a disposizione. Puoi fare riferimento anche alle guide per l’utente per una manutenzione regolare specifica. Se non riesci a risolvere autonomamente, richiedi una manutenzione da un professionista: costa sicuramente un po’ di più rispetto al tuo servizio fai-da-te, ma ti farà risparmiare denaro e mal di testa nei mesi successivi.

Tra le altre attività che ti suggeriamo di fare, c’è poi quella della riparazione / sostituzione degli schermi delle finestre danneggiati. Se noti crepe o buchi, sostituisci la parte danneggiata dell’infisso.

Dedicati poi alle aree verdi della casa, se c’è ne sono. Se nessuno ha reciso alberi o arbusti in autunno, fallo ora. Le piante possono infiltrarsi in fessure e buchi all’esterno della tua casa, causando danni e – per loro – una longevità notevolmente abbreviata. Controlla in particolar modo  gli alberi le radici degli alberi.

Ispeziona quindi le coperture alla ricerca di danni o perdite. Riparare secondo le tue necessità: potresti aver bisogno di un professionista.

Si tratta dunque di una lunga serie di attività che ti suggeriamo di mettere in cantiere quanto prima, e di risolvere prima di entrare con i tuoi mobili nel nuovo appartamento. Una volta compiuto il trasloco avrai sicuramente altre cose di cui occuparti, e sarà molto più difficile effettuare eventuali interventi tecnici e professionali!

Tag: