Menu

Digrignare i denti, cause e rimedi

0 Comments


Digrignare i denti, da che cosa dipende? E quali sono i rimedi.

Sappiamo ormai perfettamente che una gran parte delle nostre malattie e dei nostri disturbi ha origine psicosomatica. Non c’è nulla da fare. Se da una parte abbiamo fatto dei passi avanti incredibili in termini di diagnostica e di cure, dall’altra rimangono alcuni problemi di fondo non facilmente risolvibili, e che riguardano in gran parte lo stile di vita, il modus vivendi e il carattere di noi occidentali.

Certo, abbiamo gli antibiotici, gli antidolorifici, il cortisone; abbiamo in generale tutto quel che ci serve (e che per altri versi fa anche male) per curarci in men che non si dica, ma tralasciamo l’aspetto psicologico, fondamentale per una vita sana. E’ ormai accertato che una buona parte delle malattie ha origine psicosomatica; non solo, il fattore psicologico, quello dello stress, dell’ansia, dell’agitazione, sono componenti importanti per l’aggravamento di determinate patologie.

Abbiamo innumerevoli esempi, in tal senso. La cefalea, il famoso mal di testa, ha molto spesso origine psichica, dipende dal nostro carattere, dai nostri stati d’ansia, dal nostro stile di vita. Così come la tensione nervosa spesso coinvolge organi importanti come il fegato o lo stomaco, quando non interessa direttamente il colon. E anche i denti, che paiono essere un qualcosa di avulso dal contesto generale, manifestano i loro problemi con le gengive che cominciano a gonfiarsi e a sanguinare sotto particolari periodi di stress e affaticamento.

E a volte i denti, anche se apparentemente non stanno male, mostrano alcuni segnali anomali che dovremmo tenere nella debita considerazione. Non pensiamo solo alla salute dei denti in se stessi, quanto al loro comportamento, un comportamento che va analizzato e valutato sia di giorno sia di notte. Per quel che riguarda il giorno non c’è problema, si nota subito quando c’è qualcosa che non va. Per quel che riguarda la notte, non sappiamo come fare, dal momento che, ovviamente, dormiamo.

Digrignare i denti, cause e rimedi

Digrignare i denti cause e rimedi

Bene, fra gli altri problemi che hanno i denti, c’è proprio quello del digrignare i denti durante le ore notturne, o comunque durante il sonno. Il fenomeno si chiama, in termini tecnici, bruxismo, e coinvolge molte più persone di quanto si pensi. Chi è soggetto a bruxismo sovente si sveglia al mattino con le mandibole indolenzite e non riesce a capire perché. Non solo. Al bruxismo si accompagnano altri fenomeni più sgradevoli, come cefalea, fitte alle tempie, linfonodi del collo ingrossati, tensione alla nuca, alitosi.

Tutto questo può essere dovuto al fatto che di notte si digrignano i denti o si tengono le mandibole serrate in maniera innaturale. Nella maggior parte dei casi il fenomeno del bruxismo è l’espressione esteriore, a livello di bocca, di un forte stato di tensione emotiva. Giacché spesso non possiamo o non vogliamo scaricare la nostra tensione emotiva durante il giorno, ci pensa la notte, la quale si riprende il tutto con gli interessi. E’ l’aggressività trattenuta durante il giorno, che trova il suo sfogo di notte.

La prima cosa da fare quindi è capire come si scopre. Bisogna fare una visita odontoiatrica, possibilmente con uno gnatologo, cioè un odontoiatra specializzato in problemi di masticazione. Questi applicherà, se del caso, un apparecchio chiamato Bite, che ha funzioni correttive al fine di riposizionare le arcate; e contenitive, per rilassare la muscolatura di mandibola e collo.

Ma questo ovviamente non basta, perché se la tensione non si sfogherà più a livello di mandibola, rischia di trovare altre valvole di sfogo, forse anche peggiori. Pensiamo a depressione, panico, eccessivo nervosismo e quant’altro. Il rimedio basilare è quindi affrontare il disagio tensivo e psicologico che ci troviamo ad avere. Come? Esistono mille modi, e una buona visita da uno psicologo o da uno psicoterapeuta è uno di questi.

Se vogliamo poi affrontare la questione in maniera naturale, basta entrare in erboristeria e farci consigliare sui metodi e sulle sostanze migliori per placare o controllare gli astati d’ansia e il nervosismo.

Tag:,